Concorsi di progettazione a Roma : unico strumento di rigenerazione degli spazi pubblici?

COMUNICATO STAMPA   

i lunedì dell’architettura

Lunedì 28 gennaio ore 18.30 – ANCE Roma-ACER – via di Villa Patrizi 11, Roma

Concorsi di progettazione a Roma :  unico strumento di rigenerazione degli spazi pubblici?

A seguito della recente  convenzione  stipulata tra II Municipio di Roma Capitale, Ordine degli Architetti di Roma (OARPPC) e IN/ARCH Lazio, che ha portato al bando del concorso in due fasi per la riqualificazione del Piazzale del Verano e Viale della XVII Olimpiade (link) IN/ARCH Lazio intende approfondire il confronto sul tema del concorso di progettazione nella città di Roma.

Il presidente Amedeo Schiattarella : “ La sinergia tra le diverse istituzioni è unimportante risorsa, oltre che necessaria in una città come Roma dove le tante e diverse istituzioni ed enti  non possono non fare squadra , se intendono essere incisivi

Come spiega l’architetto Mattia Darò, coordinatore dell’ufficio Roma Concorsi dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia: “ Il concorso di progettazione per la riqualificazione di due spazi pubblici nel secondo municipio  intende evidenziare  quanto la procedura dei concorsi sia la sola modalità capace di generare partecipazione della città, dei progettisti e di garantire qualità dell’esito. E in questo senso il sistema ordinistico (CNAPPC e OARPPC) è coeso nella promozione dei concorsi attraverso regole certe, chiare e trasparenti, offrendo servizi per la gestione dei concorsi (dalla piattaforma web, alla redazione dei bandi, alle attività di promozione etc) a tutte le amministrazioni e gli enti pubblici o privati che vogliano bandire dei concorsi “ 

intervengono :

Luca Montuori assessore all’Urbanistica del Comune di Roma

Francesca Del Bello presidente II municipio del Comune di Roma

Paolo Boccacci giornalista La Repubblica

Flavio Mangione presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia

Nicolò Rebecchini presidente ANCE Roma-ACER

Amedeo Schiattarella presidente IN/ARCH Lazio

modera Mattia Darò

Bêka&Lemoine

CROSS IN/ARCHLazio

3° appuntamento : Bêka&Lemoine

proiezione del film Moriyama-San

Martedì 18 dicembre 2018 ore 19.00
Cinema dei Piccoli – Villa Borghese Viale della Pineta 15 – Roma

 

Martedì 18 dicembre 2018 i registi Ila Bêka e Louise Lemoine sono i protagonisti del
terzo appuntamento di CROSS, il programma di incontri e lecture di IN/ARCHLazio a cura
di Emilia Giorgi e Matteo Costanzo.

 

Per la prima volta a Roma sarà presentato Moriyama-San, film vincitore nel 2018 dell’Arquiteturas Film Festival di Lisbona, del FILAF di Perpignan –  oltre che selezionato a diversi festival internazionali come il DocAviv  di Tel Aviv, il Dok Leipzig di Lipsia, il Chicago International Film Festival – che racconta una settimana nella vita del signor Moriyama, giapponese e amante dell’arte, dell’architettura, della musica e abitante di una delle icone dell’architettura contemporanea del Giappone, costruita nel 2005 dal premio Pritzker Ryue Nishizawa/SANAA.

I registi conducono lo spettatore nel microcosmo di un’architettura sperimentale che “ridefinisce completamente lidea comune di vita domestica, per raccontare la personalità unica del proprietario: un eremita urbano che vive in un’isola di pace e contemplazione nel cuore di
Tokyo”.

La proiezione sarà seguita dall’incontro con i registi.

 
 

crediti del film

regia: Ila Bêka & Louise Lemoine
direttore della fotografia: Ila Bêka
montaggio : Ila Bêka & Louise Lemoine
colorist: Melo Prino
sound: Walter Fuji, Lo Studio
produzione: Bêka & Partners, Francia
Francia, 2017, HD, colour, 63 min

 

Orizzontale e Parasite 2.0

lunedì 19 novembre 2018 dalle alle 19.00 alle 21.00
ACER – via di Villa Patrizi 11, roma

Prosegue, con il secondo appuntamento CROSS, il programma di conferenze a cura di Matteo Costanzo e Emilia Giorgi che, nella cornice de “i lunedì dell’architettura” dell’IN/ARCH Lazio, propone incontri con alcuni tra i più interessanti protagonisti della cultura architettonica contemporanea, italiana e internazionale.

Lunedì 19 novembre si incontreranno lo studio di Roma Orizzontale e lo studio di Milano Parasite 2.0 in un dialogo aperto e condotto dai curatori.
Introduce il Presidente dell’IN/ARCH Lazio Amedeo Schiattarella.
………………………………………………………………………………

Orizzontale
Orizzontale è un collettivo di architetti con base a Roma, il cui lavoro attraversa architettura, urbanistica, arte pubblica e autocostruzione. Orizzontale promuove dal 2010 progetti di spazi pubblici relazionali, dando forma ad immagini di città dismesse o inedite. Questi progetti sono stati terreno di sperimentazione per nuove forme di interazione tra gli abitanti e i beni comuni urbani, e al tempo stesso occasione per mettere alla prova i limiti del processo di creazione architettonica.
Orizzontale ha costruito e sviluppato progetti in Italia, Spagna, Germania, Austria, Grecia, Ucraina, Portogallo, Olanda. “8 1⁄2”, il teatro mobile costruito da orizzontale nel 2014, è risultato vincitore del premio internazionale Young Architects Program (“YAP MAXXI 2014”) indetto dal Museo MAXXI e dal MoMA PS1. Recentemente il progetto “Prossima Apertura” di orizzontale ha vinto il concorso “Periferie” indetto da MIBACT e CNAPPC per l’area di Aprilia e sta entrando in fase definitiva.

Parasite 2.0
Parasite 2.0 ( Stefano Colombo, Vedano al Lambro (MB),1989; Eugenio Cosentino, Luino (VA), 1989; Luca Marullo, Catania, 1989) è uno studio di ricerca, architettura e design fondato nel 2010 e con base tra Bruxelles e Milano. Tra le loro ricerche e progetti hanno collaborato con Kaaitheater (Bruxelles, 2018), MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna (2018), Damien and The Love Guru (Bruxelles, 2018), Terraforma Festival (Milano, 2017 e 2018), OGR Officine Grandi Riparazioni (Torino,2018), domesti.city (New York, 2018), 501(c)3 Foundation (Los Angeles, 2017), Marres (Maastricht, 2017), XX Chilean Architecture Biennale (Valparaiso, 2017), La Biennale di Venezia (2018, 2014 e 2012), MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI (Roma, 2016), Shenzen Architecture Biennale (2015). Hanno svolto attività didattica in numerosi istituti tra cui Design Academy Eindhoven, Faculté d’architecture de l’université libre de Bruxelles, Facultatea de Arhitectura si Urbanism Timisoara, Politecnico di Milano, NABA Nuova Accademia Belle Arti Milano e insegnano stabilmente presso MADE Program a Siracusa. Parasite 2.0 è rappresentato da Galleria Operativa Arte Contemporanea di Roma e da Galleria Corraini Arte Contemporanea di Mantova.

____________________________________________________________

CROSS – i lunedì dell’architettura
a cura di Matteo Costanzo ed Emilia Giorgi
2.appuntamento con : Orizzontale e Parasite 2.0
data : Lunedì 19 novembre 2018 h. 19
sede : ACER – via di Villa Patrizi 11 Roma

Intorno alle mura di Roma

Riparte il programma INTORNO ALLE MURA DI ROMA.

 

L’associazione Mura Latine, l’IN/ARCH Lazio e il Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza nel 2017 hanno avviato un programma di ricerche e di iniziative per la riscoperta delle potenzialità delle Mura  Aureliane e la promozione di un parco urbano e di un itinerario pedonale lungo il suo perimetro. Per questa ragione abbiamo camminato insieme lungo tutto il perimetro del recinto murario. 

Con il progetto Intorno alle mura di Roma abbiamo voluto riportare l’attenzione della cittadinanza, delle istituzioni, degli operatori pubblici e privati su una risorsa straordinaria, che va riscoperta come bene comune e riproposta come grande progetto urbano capace di interpretare e riqualificare le relazioni tra il centro città e la sua prima espansione.

Quest’anno invece il programma lo abbiamo denominato “dalle Mura alla città“.

Le mura non sono una barriera ma un sistema permeabile, di transito e di interrelazione tra parti diverse di città. Le mura costituiscono una straordinaria infrastruttura narrativa della città, non solo attraverso il suo percorso anulare, ma anche attraverso itinerari che si dipartono dalle sue porte. Per questa ragione nel 2018-2019 muovendoci dalle mura esploreremo una serie di aree urbane.

Il primo itinerario, previsto il 28 Ottobre 2018 alle ore 10, partirà da Santa Croce in Gerusalemme e si svilupperà lungo l’Acquedotto Felice per raggiungere il Mandrione e Porta Furba. Proprio al Mandrione incontreremo nella suo giardino l’artista Alfredo Pirri 

Vi aspettiamo come sempre in gran numero e attendiamo le vostre adesioni.