ART DOC FESTIVAL: AL VIA IL BANDO DI CONCORSO PER L’EDIZIONE 2016 DI CONVERSAZIONI VIDEO

ART DOC FESTIVAL: AL VIA IL BANDO DI CONCORSO PER L’EDIZIONE 2016 DI CONVERSAZIONI VIDEO

E’ on line il bando di concorso per l’edizione 2016 di Conversazioni Video, il Festival Internazionale di Documentari su Arte e Architettura, che si terrà dal 17 al 21 ottobre 2016 alla Casa dell’Architettura (Piazza Manfredo Fanti, 47 – Roma).

L’edizione 2016 di Conversazioni Video, curata da Art Doc Festival e promossa dalla Casa dell’Architettura, durerà cinque giorni, durante i quali verranno presentate al pubblico le migliori e più recenti realizzazioni documentaristiche prodotte nel mondo, dal 2013 ad oggi, sui temi dell’arte e dell’architettura.
Fino al 15 giugno sarà possibile inviare il proprio materiale e partecipare al bando. Sono due le categorie di concorso: la sezione Arte dedicata ai documentari provenienti da tutto il mondo e realizzati dal 2013 ad oggi sulle arti visive e la sezione Architettura dedicata ai documentari provenienti da tutto il mondo e realizzati dal 2013 ad oggi sull’architettura.

Il premio al miglior documentario di entrambe le sezioni verrà assegnato da una giuria composta da esperti del settore. Verrà anche assegnato un premio speciale dagli sponsor, la rivista dell’architettura italiana “Progetti” e l’azienda Ceramiche Appia Nuova. La serata conclusiva prevede la premiazione dei documentari vincitori.
Sul sito www.artdocfestival.com le informazioni per partecipare al concorso.

Bando di concorso per l’edizione 2016 di CONVERSAZIONI VIDEO
Festival Internazionale di Documentari su Arte e Architettura
17 – 21 ottobre 2016 | Casa dell’Architettura | Roma

L’edizione 2016 di Conversazioni Video, curata da Art Doc Festival e promossa dalla Casa dell’Architettura, si svolgerà presso l’ex Acquario Romano, sede della Casa dell’Architettura di Roma, nel mese di ottobre 2016 e avrà la durata di cinque giorni, durante i quali verranno presentate al pubblico le migliori e più recenti realizzazioni documentaristiche prodotte nel mondo, dal 2013 ad oggi, sui temi dell’arte e dell’architettura.
Il Festival è diviso in due categorie di concorso:
1. ARTE
Sezione dedicata ai documentari provenienti da tutto il mondo e realizzati dal 2013 ad oggi sulle arti visive. Possono essere ammessi in tale sezione documentari su: pittura, scultura, fotografia, performances, installazioni, land art, grafica, disegno, new media e nuove tendenze dell’arte contemporanea. Grandi ritratti e biografie di artisti, sperimentazioni, testimonianze, contaminazioni, mostre, restauri, inchieste, approfondimenti storici e critici.
2. ARCHITETTURA
Sezione dedicata ai documentari provenienti da tutto il mondo e realizzati dal 2013 ad oggi sull’architettura. Possono essere ammessi in tale sezione documentari su: architettura, design, urbanistica, restauro, pianificazione territoriale e architettura del paesaggio. Grandi ritratti e biografie di architetti, approfondimenti su: edifici, monumenti, chiese, musei, palazzi, progetti architettonici, restauri, interventi sul paesaggio, giardini, allestimenti, repertorio storico sull’arte di costruire e ricostruire.
Per iscrivere i propri lavori al concorso è necessario compilare un’apposita scheda di iscrizione, come meglio specificato più avanti. Nella scheda si richiede ai partecipanti di indicare in quale fra le sezioni previste dalla rassegna si intende iscrivere il proprio filmato. Il Comitato Scientifico si riserva tuttavia la possibilità di cambiare la sezione proposta.
Una giuria composta da esperti del settore assegnerà un premio al miglior documentario di ciascuna categoria. Inoltre, la rivista dell’architettura italiana “Progetti” e l’azienda Ceramiche Appia Nuova, sponsor della manifestazione, assegneranno un premio speciale.
La serata conclusiva prevede la premiazione dei documentari vincitori.
Art Doc Festival in collaborazione con la Casa dell’Architettura provvederà a scegliere e contattare autorevoli personaggi della cultura, dello spettacolo e della critica cinematografica che verranno invitati ad introdurre le serate e presentare i documentari assieme ai registi.

COME PARTECIPARE ALLA RASSEGNA:
Possono partecipare ad Art Doc Festival filmati prodotti in tutto il mondo dal 2013 ad oggi che abbiano per tema l’oggetto della rassegna.
Se di lingue diverse, i filmati devono pervenire sottotitolati in italiano o in inglese. Se sottotitolati in inglese devono essere inviate anche le liste dialoghi.
Il Festival è organizzato e curato dall’associazione culturale senza scopo di lucro Art Doc Festival. Per iscrivere i propri documentari al concorso non è richiesto il pagamento di alcuna quota di iscrizione, allo stesso modo, per quanto riguarda la proiezione dei documentari iscritti durante le serate del Festival, Art Doc Festival non prenderà in considerazione nessuna richiesta di pagamento di screening fee.

Per partecipare a Conversazioni Video è necessario entro il 15 Giugno 2016:
1. Compilare in ogni sua parte la scheda d’iscrizione, seguendo la procedura indicata, avendo cura di salvarla, stamparla e inviarne una copia cartacea compilata in ogni sua parte e con firma originale dell’avente diritto per accettazione del regolamento al nostro indirizzo:
Art Doc Festival
Via della Madonna dei Monti, 25
00184 Roma (RM) – Italia
2. Inviare il file del film (formato: .mov; .avi; .mp4) o il link da cui scaricarlo al nostro indirizzo email:
info@artdocfestival.it
o alternativamente,
inviare due copie del filmato in DVD STANDARD PAL presso la nostra sede all’indirizzo:
Art Doc Festival
Via della Madonna dei Monti, 25
00184 Roma (RM) – Italia
3. Inviare al nostro indirizzo email:
info@artdocfestival.it
due foto tratte dal film in alta risoluzione (formato jpg, 300 dpi).

Con l’iscrizione al Festival ogni singolo autore o produttore risponde del contenuto delle sue opere, dichiara di aver assolto tutti i diritti d’autore verso terzi e concede esplicita autorizzazione all’uso del materiale musicale e visivo.
All’interno dei telegiornali e delle trasmissioni televisive e per ogni attività di promozione e comunicazione della rassegna, Art Doc Festival potrà inoltre utilizzare brevi sequenze o immagini tratte dall’opera. Il detentore dei diritti autorizza inoltre ulteriori proiezioni a titolo gratuito dell’opera, nell’ambito di iniziative legate ad Art Doc Festival.
Il sottoscrittore si fa carico della veridicità dei dati contenuti che, in caso di selezione, verranno utilizzati nei materiali di promozione e comunicazione della rassegna (catalogo, sito internet, social network, comunicazioni alla stampa, etc.).
I materiali inviati, sia quelli relativi alle opere selezionate che quelli esclusi dalla rassegna, NON verranno restituiti, ma saranno conservati presso l’archivio dell’associazione a scopo di documentazione.
La sottoscrizione della scheda di iscrizione si intende come integrale accettazione del bando di partecipazione e del presente regolamento.
Il presente regolamento è parte integrante della scheda di iscrizione e viene sottoscritto unitamente ad essa.
In caso di controversie è competente il Tribunale di Roma. I dati personali verranno trattati secondo quanto previsto dalla legge 31/12/1996 n°675 e successive modificazioni ed integrazioni.

PER INFO:
Art Doc Festival |info@artdocfestival.it

30/05/2016 – Beyond the building: Mass Design Studio e Orizzontale

Dialoghi d’architettura
Beyond the building: Mass Design Studio e Orizzontale

University of Arkansas Rome Center – Palazzo Taverna
Via di Monte Giordano, 36 – 00186 Roma
30 maggio 2016 – Ore 18:30

Costo di partecipazione: GRATUITO
Crediti formativi richiesti: 2

mass_orizzontale

1) PREMESSA ED OBBIETTIVI FORMATIVI
La specie umana si sta muovendo rapidamente verso un’esistenza interamente urbana. Se ancora all’inzio
del Novecento soltanto il 10% di una popolazione mondiale di un miliardo e mezzo di persone viveva i città,
nel 2050 il 67% di una popolazione che raggiungerà i 9 miliardi di persone vivrà in città. Secondo le
previsioni dell’ONU saranno le città dell’Africa Sub-Sariana a crescere di più, portando l’Africa a raddoppiare
la propria popolazione entro il 2050 ed a quadruplicarla entro fine secolo, superando così il numero di
abitanti di Cina ed India messe insieme. Il riscaldamento globale, la desertificazione, la diffusione di
epidemie in condizioni di sovraffollamento e di povertà, minacceranno questo scenario di sviluppo, ma non
lo fermeranno. Questa crescita della popolazione porterà con sé il bisogno di case, scuole, ospedali, strade
e infrastrutture di ogni genere. Il bisogno di architettura e di architetti, di soluzioni e di strategie. E le
soluzioni e le strategie proposte faranno la differenza: riducendo gli equilibri e le risorse e peggiorando le
condizioni delle comunità o, viceversa, contribuendo a ristabilire equilibri locali e globali.
In condizioni e scenari molto diversi, l’approccio “curativo” dello studio americano MASS Design Group,
orientato alla ricerca di una architettura contemporanea radicata nella specificità di un luogo e di una
comunità, e quello del collettivo romano Orizzontale, focalizzato sulla riattivazione degli “scarti urbani”,
hanno molto in comune e rappresentano una via verso una architettura ad alto impatto sociale.

2) PROGRAMMA (2 cfp)
18:30 Introduzione e coordinamento a cura di MariaLuisa Palumbo
18: 45 Lo-Fab African Bauhaus (Christian Benimana)
19: 30 Atti pubblici e scarti urbani (Juan Cano, Margherita Manfra, Stefano Ragazzo)
20:15 Considerazioni finali (Francesco Bedeschi )
20:30 Domande e risposte
20:45 Saluti e ringraziamenti

3) RELATORI
– MariaLuisa Palumbo (architetto e membro del consiglio direttivo INARCH Lazio)
– Christian Benimana (Rwanda Country Coordinator at MASS Design Group)
– Juan Cano, Margherita Manfra, Stefano Ragazzo (architetti, collettivo Orizzontale)
– Francesco Bedeschi (architetto, University of Arkansas Rome Center)

 

Oggetto: [30/05/2016 - Beyond the building: Mass Design Studio e Orizzontale]

titolo (richiesto)

nome (richiesto)

cognome (richiesto)

ordine di appartenenza (richiesto)

numero di iscrizione (richiesto)

codice fiscale (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

email (richiesto)

consento al trattamento dei dati personali

Corpo del messaggio:

Oggetto
[30/05/2016 - Beyond the building: Mass Design Studio e Orizzontale
]

Il tuo messaggio
[invio i dati richiesti per ricevere le info dell'inarchlazio,
consento al trattamento dei dati personali
]

L’enigma di Eurosky

martedì 21 aprile 2015 alle ore 17,30
nell’Aula Ruberti della Facoltà di Ingegneria di San Pietro in Vincoli a Roma in via Eudossiana 18 
avrà luogo la presentazione del libro “L’enigma di Eurosky” 
nel quale Pietro Barucci, Paolo Berdini, Ruggero Lenci, Lina Malfona, Alessandra Muntoni, GiuseppePullara, Giuseppe Rebecchini, Valentina Ricciuti, Carlo Severati, Claudio Strinati hanno scritto dei testi volti a decifrare la Torre progettata da Franco Purini e Laura Thermes all'EUR-Castellaccio.

Programma:
Fabrizio Vestroni, Preside della Facoltà di Ingegneria                     (saluti)
Luca Zevi, Presidente di In/Arch Lazio                                             (saluti)
Antonino Saggio, Facoltà di Architettura, Sapienza       (introduce e coordina)
Ruggero Lenci, Facoltà di Ingegneria, Sapienza
Claudio Strinati, Storico e critico d’Arte
Mario Panizza, Rettore di Roma Tre / Facoltà di Architettura 
Sono previsti alcuni interventi tra gli autori del libro.
Concluderanno Franco Purini e Laura Thermes

Locandina Eurosky, 21 aprile 2015


ROMA MODERNA

i lunedì dell’architettura
lunedì 4 novembre 1996, ore 20
ACER – via di Villa Patrizi 11, Roma

l’IN/ARCH e l’Associazione do.co.mo.mo. Italia per la documentazione e la tutela del patrimonio architettonico moderno

invitano a un dibattito sul tema
ROMA MODERNA
programmi di intervento sul patrimonio architettonico
introducono Mario Manieri Elia, Raffaele Panella, Sergio Poretti, Franco Storelli
con Gianni Borgna, Assessore alla Cultura del Comune di Roma; Esterino Montino, Assessore alle Politiche dei Lavori Pubblici e Manutenzione del Comune di Roma
partecipano Stefano Baietti, Consorzio Ingegneria per la Cultura, Gruppo FF.SS.; Sergio Bergami, I.A.C.P. di Roma; Sergio Bozzetti, Ufficio tecnico Università “La Sapienza”; Antonio Mastrangelo, CONI; Alessandra Montenero, XII Dipartimento, Comune di Roma; Anna Maria Pandolfi, Istituto Centrale del Restauro; Pierluigi Porzio, Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Roma; Giovanni Schepisi, Ente Poste; Giuseppe Simonetta, Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici del Lazio
coordina Maristella Casciato

 

invito  4novembre1996

Concorso di progettazione “Le Piazze di Quartiere”

 

Comune di Roma – Ufficio Centopiazze
Istituto Nazionale di Architettura
sabato 22 giugno 1996, ore 9.30
Palazzo delle Esposizioni · via Milano 9a, Roma
Concorso di progettazione “Le Piazze di Quartiere”
INCONTRO CON LA GIURIA
nell’ambito della manifestazione “La Fabbrica di Roma”, che si terrà al Palazzo delle Esposizioni dal 20 al 27 giugno, il Comune di Roma, a seguito della conclusione del concorso “Le Piazze di Quartiere”, promuove, in collaborazione con l’IN/ARCH Lazio
un incontro pubblico con i membri della giuria del concorso
saranno presenti
Domenico Cecchini, Francesco Cellini, Pierre-Alain Croset, Guido Ferrara, Giuseppe Gangemi, Daniel Modigliani, Vittor Ugo Roccatelli, Laura Thermes, Francesco Tornassi, Giuseppe Uncini, i curatori del concorso e i responsabili degli uffici comunali che hanno partecipato alla giuria
coordinerà Franco Zagari
invito  22giugno1996

incontro con THOMAS HERZOG

 

i lunedì dell’architettura
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Architettura – 1° Corso di perfezionamento in architettura ecosistemica
ENEA – Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente
ISES ITALIA – Sezione della lnternational Solar Energy Society
IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura
lunedì 15 aprile 1996, ore 20
Centro Congressi dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – via Salaria 113
THOMAS HERZOG
presenta le sue più recenti architetture solari
introduce
Manfredi Nicoletti, direttore del 1° Corso di perfezionamento in architettura ecosistemica
la conferenza sarà in lingua italiana
invito  15aprile1996

LANDSCAPE A ROMA: NUOVI GIARDINI E PIAZZE TRA PROGETTO E REALIZZAZIONE

 

i lunedì dell’architettura
in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design di Roma
lunedì 18 marzo 1996, ore 20
presso la sede dell’Istituto Europeo di Design – Via Salaria, 222 – Roma
riapertura della mostra
GIARDINI IN PIAZZA A MONTEVERDE
21 gruppi di architetti e paesaggisti per 21 piazze da trasformare
incontro sul tema
LANDSCAPE A ROMA: NUOVI GIARDINI E PIAZZE TRA PROGETTO E REALIZZAZIONE
illustreranno i loro progetti tramite diapositive:
Carmen Andriani, Francesco Ghio, Francesco Montuori, Franco Zagari
introduce Franco Panzini
la mostra rimarrà aperta fino al 19 aprile dal lunedì al venerdì 9 – 21 .30, sabato 9 – 13

gli autori dei 21 progetti sono:

Alberto Alessi, Paolo Aureli, Elisabetta Avallane, Tommaso Avellino, Maura Bisozzi, Andrea Bruschi, Ilaria Succhioni, Francesco Careri, Ernesto Casara, Rosita Castro, Barbara Catucci, Cecilia Cecchini, Gianni Celestini, Silvia Cioli, Daniela Colafranceschi, Beatrice Cossi, Mario Cutuli, Francesca D’Angelo, Luca D’Eusebio, Carlo D’Ubaldo, Marco De Bemardis, Fabio Di Carlo, Gabriella Dupeyron, Anna Rita Emili, Giancarlo Fantilli, Silvia Felli, Claudia Fralleoni, Luca Galofaro, Gabriele Maria Guarrera, Giacomo Guastella, Helene Hoelzl, Lorenzo lacchia, Laura lermano, Enzo Iorio, Bruna Kohan, Sonia La Rosa, Luca La Torre, Marco Lanzetta, Benito Leonori,
Massimo Licciardello, Annalisa Lombardi, Stefania Manna, Paolo Mariano, Simona Messina, Alexis Moguilewsky, Luca Montuori, Roberto Morziello, Marco Nardini, Fabio Oppici, Romolo Ottaviani, Franco Panzini, Gabriele Pierluisi, Andrea Placidi, Giovanni Pogliani, Patrizia Polimeni, Bruna Pallio, Marco Praturlon, Lorenzo Romito, Claudia Rossello, Guendalina Salimei, Margareta  SchOtzenberger, Raffaella Sini, Lucia Tangari, Maria Cristina Tullio, Antonio Uccello, Renato Vivaldi, Giacomo Zipoli, Claudio Zocchi, Uta Zorzi.

aderendo ad una nostra richiesta di limitare il costo della partecipazione al viaggio a Praga, previsto per i giorni 15 – 20 maggio, l’agenzia Primula Viaggi (6830834112) ci comunica di essere in grado, con alcune variazioni non sostanziali nell’offerta dei servizi (si passa da un albergo lusso ad un albergo quattro stelle), variazioni che non pregiudicano né una buona qualità dell’ospitalità,
né il programma culturale, di praticare i seguenti prezzi: 1.660.000 in doppia; 1.880.000 in singola.
invito  18marzo1996

PER LA QUALITÀ DELL’ARCHITETTURA: PROCEDURE E FINALITÀ DEI CONCORSI

 

i lunedì dell’architettura
Ufficio per il programma Centopiazze del Comune di Roma
Istituto Nazionale di Architettura – Sezione Laziale
lunedì 11 marzo 1996, ore 20
Aranciera, piazza Victor Hugo n. 8
tavola rotonda
PER LA QUALITÀ DELL’ARCHITETTURA: PROCEDURE E FINALITÀ DEI CONCORSI
vi parteciperanno
Ann-José Arlot, direttore del Pavillon de l’Arsenal; Jean Gautier, direttore de l’Architecture à la Ville de Paris
per il Comune di Roma
Domenico Cecchini, assessore alle Politiche del Territorio; Maurizio Cagnoni, direttore dell’Ufficio Auditorium; Francesco Ghio, consulente per il Programma Centopiazze; Miriam Valentini, responsabile dell’Ufficio Centopiazze; Federico Gigli, del Laboratorio IN/ARCH Giovani; Doriana O. Mandrelli, Piero Sartogo
Massimo Casavola illustrerà un video antologico di esempi di documentazione fomiti nell’ambito di concorsi di architettura
coordiner
Achille Maria Ippolito, segretario della Sezione Laziale dell’IN/ARCH

 

invito  11marzo1996

L’ARCHITETTURA BIOCLIMATICA E L’ ECOSISTEMA URBANO

 

i lunedì dell’architettura
ENEA – Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente
IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura
lunedì 19 febbraio 1996, ore 20
Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro del Pio Sodalizio dei Piceni
piazza San Salvatore in Lauro, 15 – Roma
tavola rotonda
L’ARCHITETTURA BIOCLIMATICA E L’ ECOSISTEMA URBANO
in occasione della nuova edizione del Catalogo della Mostra di Architettura Bioclimatica
vi partecipano
Domenico Cecchini, assessore alle politiche del territorio del Comune di Roma
Umberto Colombo, presidente della LEAD-Europe
Cettina Gallo, ENEA, curatrice della nuova edizione del Catalogo
Sergio Garriba, direttore del dipartimento energia dell’ENEA
Massimo Pica Ciamarra, docente di progettazione architettonica all’Università di Napoli
Roberto Vacca, ingegnere
coordina
Manfredi Nicoletti, direttore del I° Corso di perfezionamento in architettura ecosistemica
La nuova edizione del Catalogo della Mostra di Architettura Bioclimatica, a cura di Cettina Gallo, è inserita in un cofanetto che contiene, anche, un video sul raffrescamento passivo in architettura ed un software sulla progettazione di edifici secondo criteri energetici. L. 40.000.
L’ENEA ricorda:
AA.VV., Architettura ed Energia: 7 edifici per l’ENEA, introduzione di Leonardo Benevolo, De Luca editore, pp. 170
Sul tema dell’architettura bioclimatica, la libreria DEDALO, viale G. Rossini 20, tel. 8417894 (lun./ven. 9-19; sabato 9-13) e via G.B. Vico 44, tel. 3241721 (lun./ven. 10-19; sabato chiuso) propone i seguenti titoli:
HASTINGS, S.R .. Passive Solar Commerciai and lstitutiona/ Buildings, 1994, pp. 448, L. 219.000
BENEDETTI, C., Manuale di Architettura Bioclimatica, 1994, pp. 188, L. 38.000
ALBERTI, D., Mazzon, A .. Legge 10191. Guida al Calcolo, 1995, pp. 373, L. 50.000
AA.VV., Energy Conscious Design. A Primer tor Architecture, 1992, pp. 135, L. 64.000
BALCOMB, J.D. (a cura di), Passive Solar Buildings, 1992, pp. 521, L. 112.000
FUNARO, G., D’Errico, E .. Edilizia Bioclimatica in Italia: 151 Edifici Solari Passivi, 1992, pp. 295, L. 50.000
PEITZ, S. (a cura di), Bioarchitettura: un’ipotesi di bioedilizia, 1993, pp. 191, L. 42.000
invito  19febbraio1996