06/05/2017 – OLTRE IL TEVERE: IL GIANICOLO FRA VILLE E POETI

sabato 6 maggio 2017

OLTRE IL TEVERE: IL GIANICOLO FRA VILLE E POETI

Appuntamento SABATO 6 MAGGIO 2017 alle ORE 16.00 in largo Cristina di Svezia, davanti all’ingresso dell’Orto Botanico.

PREMESSA
La passeggiata inizia con una visita all’Orto Botanico, inserito in una cornice paesaggistica ancora intatta, quella della villa Corsini, notevole esempio di sistemazione settecentesca. Nel giardino, l’asse della fontana degli undici zampilli costituiva l’ascesa alle pendici del Gianicolo, in uno spazio in cui la città antica (Trastevere) si relazionava, senza soluzione di continuità, con la natura e il panorama.
Proseguiremo alla scoperta del Gianicolo, iniziando da una sua gemma nascosta: la villa del Bosco Parrasio, donata dal re Giovanni V del Portogallo all’Accademia dell’Arcadia per i suoi convegni, sede di declamazioni poetiche e tuttora proprietà dell’Accademia.
Arriveremo infine a villa Sciarra, porzione superstite di un importante complesso in origine esteso a valle fino a S. Cosimato. Il quartiere edificato a partire da inizio ‘900 sulle pendici del colle, una “Trastevere alta”, presenta lungo le vie Nicola Fabrizi, Dandolo e limitrofe alcune importanti architetture residenziali, opera di progettisti come Aschieri, Sabbatini, Limongelli, Giorgio Calza Bini, esponenti di una modernità romana che da suggestioni vernacolari approda, attraverso l’esperienza novecentista, a un razionalismo di qualità notevole.
La passeggiata ha quindi un duplice interesse: la ricostruzione della relazione fra la città e la campagna di ville e vigne che la avvolgeva nel passato preunitario, qui ancora leggibile per una notevole estensione: correlata a questa, la ricchezza degli scorci e dell’orografia, posta a creare paesaggi distinti ed individuati. E accanto a questa relazione, l’inserimento nella giacitura orografica di grande suggestione – si pensi alla relazione a distanza con l’altra eminenza orografica, il colle Aventino al di là del fiume – di alcuni esempi di architetture del ‘900 di alta qualità estetica e urbana.

PROGRAMMA
16 Introduzione e coordinamento a cura di VALENTINA PISCITELLI
16,15 OLTRE IL TEVERE: IL GIANICOLO E LE SUE PENDICI. (A. Mazza / V. Piscitelli)
17,00 FRA BAROCCHETTO E RAZIONALISMO: IL GIANICOLO MODERNO. (A. Mazza / V. Piscitelli)
18 Domande e risposte
18,15 Saluti e ringraziamenti

RELATORI
– Relatore: Alessandro Mazza (storico dell’architettura, Ph.D.)
– Relatore: Valentina Piscitelli (architetto e membro del consiglio direttivo INARCH Lazio)

Appuntamento SABATO 6 MAGGIO 2017 alle ORE 16 (le 4 del POMERIGGIO) in largo Cristina di Svezia, davanti all’ingresso dell’Orto Botanico.

Costo della visita Euro 12 + Euro 8 biglietto d’ingresso all’Orto Botanico. Se la visita supera i 20 aderenti, il biglietto d’ingresso si dimezza a Euro 4 a persona.
Per partecipare alla visita è necessario PRENOTARE, entro e non oltre venerdi’ 5 Maggio alle ore 14, lasciando il proprio nome e indirizzo mail, e possibilmente un recapito telefonico.
IMPORTANTE !!. La visita si effettua solo su prenotazione. Se dovesse mancare il numero minimo, essa verrà annullata. In questo caso, chi si presenta all’ultimo momento senza aver prenotato rischia di fare un viaggio a vuoto.

 

 

Oggetto: [06/05/2017 - OLTRE IL TEVERE: IL GIANICOLO FRA VILLE E POETI]

titolo (richiesto)

nome (richiesto)

cognome (richiesto)

ordine di appartenenza (richiesto)

numero di iscrizione (richiesto)

codice fiscale (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

email (richiesto)

consento al trattamento dei dati personali

Corpo del messaggio:

Oggetto
[06/05/2017 - OLTRE IL TEVERE: IL GIANICOLO FRA VILLE E POETI]

Il tuo messaggio
[invio i dati richiesti per l'iscrizione alla manifestazione in oggetto,
consento al trattamento dei dati personali]

23/04/2017 – UN PROTAGONISTA SCONOSCIUTO. VIAGGIO FRA LE ARCHITETTURE DI MARIO LORETI

domenica 23 aprile 2017UN PROTAGONISTA SCONOSCIUTO. VIAGGIO FRA LE ARCHITETTURE DI MARIO LORETI.

Appuntamento: piazza Trasimeno, davanti al Liceo Giulio Cesare, ore 10, 30

Costo di partecipazione: € 12,00

PREMESSA
Progettista di importanti edifici residenziali, grandi alberghi e complessi religiosi, oltre che raffinato progettista di mobili e arredi, Mario Loreti attraversa con le sue architetture razionalismo, avanguardia e rivisitazione in senso astratto e semplificato della classicità. Un viaggio fra le palazzine di Corso Trieste e via Chiana, l’edificio giovanile di viale Gorizia, il notevole intensivo di piazza Bologna e il complesso scolastico e religioso di S. Orsola in via Livorno, alla ricerca di una declinazione originale di una Modernità “altra”. La visita prosegue spostandosi in metropolitana per tre fermate fino a Termini, dove potremo ammirare sulla via Cavour non distante dalla Stazione due fra i più interessanti alberghi opera del progettista: il Mediterraneo e l’Atlantico. Il primo costituisce una sorta di rivisitazione in chiave razionalista e monumentale della Torre di Mecenate, presente nel genius loci in quanto ubicata nelle vicinanze, dalla cui cima Nerone osservava l’incendio di Roma e della Suburra sottostante accompagnandosi con la cetra. Mentre il contiguo Albergo Atlantico è un  notevole pezzo di architettura che contamina Déco e stile ‘900 con suggestioni delle avanguardie futuriste.

PROGRAMMA
10:30 Introduzione e coordinamento a cura di VALENTINA PISCITELLI
10:45 ARCHITETTURE DI LORETI FRA CORSO TRIESTE E PIAZZA BOLOGNA (A. Mazza / V. Piscitelli)
12:20 VIA CAVOUR: I GRANDI ALBERGHI (A. Mazza / V. Piscitelli)
13:00 Domande e risposte
13:30 Saluti e ringraziamenti
RELATORI
– Relatore: Alessandro Mazza (storico dell’architettura, Ph.D.)
– Relatore: Valentina Piscitelli (architetto e membro del consiglio direttivo INARCH Lazio)

 

Oggetto: [23/04/2017 - UN PROTAGONISTA SCONOSCIUTO. VIAGGIO FRA LE ARCHITETTURE DI MARIO LORETI]

titolo (richiesto)

nome (richiesto)

cognome (richiesto)

ordine di appartenenza (richiesto)

numero di iscrizione (richiesto)

codice fiscale (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

email (richiesto)

consento al trattamento dei dati personali

Corpo del messaggio:

Oggetto
[23/04/2017 - UN PROTAGONISTA SCONOSCIUTO. VIAGGIO FRA LE ARCHITETTURE DI MARIO LORETI]

Il tuo messaggio
[invio i dati richiesti per l'iscrizione alla manifestazione in oggetto,
consento al trattamento dei dati personali]

22/04/2017 – IL CONVENTO, CHIOSTRO E GIARDINO DI S. ALESSIO E L’ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA

passeggiateromane – 22 aprile 2017 ore 10.30

visita all’Aventino, colle dell’isolamento e della memoria

Visiteremo il Convento di S. Alessio, che nasconde un bel Chiostro, un Giardino murato affacciato sul Tevere e su Roma, e l’Appartamento di Re Carlo IV di Spagna (che acquistò il complesso nel 1813). La struttura ospita oggi l’Istituto Nazionale di Studi Romani.

Dal Convento, attraversando appunto l’Aventino, ci dirigeremo all’Accademia di Danza, dove potremo entrare nella Sala oggi destinata alle rappresentazioni:

Il palazzo venne edificato negli anni’30, su un preesistente ristorante, luogo di ritrovo della società romana, denominato Castello dei Cesari. La Sala risulta ricavata all’interno del prezioso rudere degli ambienti delle Terme Surane, di età traianea, ampliate e ricostruite fra III e IV secolo da Diocleziano.

L’appuntamento è per SABATO 22 APRILE, alle ore 10:30, in piazza dei Cavalieri di Malta, 2. 

Costo della visita: Euro 12 più offerta libera di 2-3 Euro come contributo d’ingresso all’Accademia Nazionale di Danza.
Per partecipare alla visita è necessario PRENOTARE, entro e non oltre venerdì 21 aprile alle ore 14:00, lasciando il proprio nome e indirizzo mail, e possibilmente un recapito cellulare.

IMPORTANTE !!. La visita si effettua solo su prenotazione. Se dovesse mancare il numero minimo, essa verrà annullata. In questo caso, chi si presenta all’ultimo momento senza aver prenotato rischia di fare un viaggio a vuoto.

Oggetto: [22/04/2017 – IL CONVENTO, CHIOSTRO E GIARDINO DI S. ALESSIO E L'ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA]

titolo (richiesto)

nome (richiesto)

cognome (richiesto)

ordine di appartenenza (richiesto)

numero di iscrizione (richiesto)

codice fiscale (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

email (richiesto)

consento al trattamento dei dati personali

Corpo del messaggio:

Oggetto
[22/04/2017 – IL CONVENTO, CHIOSTRO E GIARDINO DI S. ALESSIO E L'ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA]

Il tuo messaggio
[invio i dati richiesti per l'iscrizione alla manifestazione in oggetto,
consento al trattamento dei dati personali]

PASSIONISTI DEL CELIO – CHIOSTRO e il GIARDINO DETTO DEGLI ANGLICANI DI S. GREGORIO AL CELIO

PASSEGGIATE ROMANE
GIARDINO DEI PP. PASSIONISTI DEL CELIO – CHIOSTRO e il GIARDINO DETTO DEGLI ANGLICANI DI S. GREGORIO AL CELIO

sabato 8 aprile 2017 ore 10:30

Costo della visita: € 12,00
La visita è per un MASSIMO DI 27 PERSONE

Appuntamento: in piazza SS. Giovanni e Paolo al Celio alle 10:30

Il ciclo di visite alla scoperta di chiostri, giardini e antichità nel cuore di Roma, al centro di tutto ma nascosti e sconosciuti, prosegue SABATO 8 APRILE con la visita al GIARDINO DEI PP. PASSIONISTI DEL CELIO, e con il CHIOSTRO e il GIARDINO DETTO DEGLI ANGLICANI DI S. GREGORIO AL CELIO.
Il Giardino dei PP. Passionisti, alle spalle della chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, sorge sul sito dell’antico TEMPIO DI CLAUDIO, in posizione dominante sopra il Colosseo, la via di S. Gregorio e l’antistante Palatino, e la via Claudia, sulla quale è ancora dato vedere i monumentali avanzi di nicchioni pertinenti al Tempio stesso. Il sito, dal panorama eccezionale, è attraversato dai maestosi ruderi delle arcate dell’Acquedotto di Nerone, che più oltre taglia la via di S. Gregorio, e confina con il suggestivo Arco di Dolabella, che introduce alla via dei SS. Giovanni e Paolo.
Dal giardino, abbellito da frammenti antichi e da opere di arte sacra contemporanea, ci sposteremo a piedi alla vicina Chiesa di S. Gregorio, dove entreremo nel CHIOSTRO, notevole esempio di architettura tardo barocca romana, impreziosito da raffinati motivi decorativi di gusto quasi rococo’. La visita si concluderà nel piccolo GIARDINO alle spalle della Chiesa, mantenuto da religiosi anglicani, che nel suo spazio raccolto mischia il giardino di riposo e contemplazione e l’orto coltivato, secondo la tradizione che dal medioevo attraversa fino all’800 la cultura delle ville romane.
Lo spostamento a piedi fra il Giardino dei PP. Passionisti e S. Gregorio, sarà di circa 150 metri.

Il costo della visita è di 12 Euro,più un’offerta libera ai PP: Passionisti di 2-3 Euro a persona.
Per partecipare alla visita si ricorda quanto già scritto in precedenza: è necessario PRENOTARE, entro e non oltre venerdi’ 7 Aprile alle ore 14, compilando la scheda di adesione in fondo a questa pagina.

La visita è per un MASSIMO DI 27 PERSONE, eventuali iscritti in esubero verranno avvisati in seguito alla chiusura delle iscrizioni e comunque entro le 18:00 di venerdì 7 aprile.

PROGRAMMA

Ore 10:30 – Ci incontriamo in piazza SS. Giovanni e Paolo al Celio, ed entriamo al Convento dei Passionisti. Visita al Giardino, con gli interventi contemporanei, l’Arco di Dolabella, e le arcate dell’Acquedotto Neroniano.
Ore 11:40 – Ci dirigiamo alla Chiesa di S. Gregorio al Celio, percorrendo il Clivo di Scauro.
Ore 11:50 – Arrivo alla Chiesa e visita al CHIOSTRO settecentesco e al GIARDINO detto degli Anglicani.
Ore 12:40 – Domande e risposte
Ore 13:00 – Ringraziamenti e saluti

RELATORI
Alessandro Mazza (storico dell’architettura, Ph. D.)
Valentina Piscitelli (architetto e membro del Consiglio direttivo INARCH Lazio)

 

Oggetto: [08/04/2017 – GIARDINO DEI PP. PASSIONISTI DEL CELIO - CHIOSTRO e il GIARDINO DETTO DEGLI ANGLICANI DI S. GREGORIO AL CELIO]

titolo (richiesto)

nome (richiesto)

cognome (richiesto)

ordine di appartenenza (richiesto)

numero di iscrizione (richiesto)

codice fiscale (richiesto)

recapito telefonico (richiesto)

email (richiesto)

consento al trattamento dei dati personali

Corpo del messaggio:

Oggetto
[08/04/2017 – GIARDINO DEI PP. PASSIONISTI DEL CELIO - CHIOSTRO e il GIARDINO DETTO DEGLI ANGLICANI DI S. GREGORIO AL CELIO]

Il tuo messaggio
[invio i dati richiesti per l'iscrizione alla manifestazione in oggetto,
consento al trattamento dei dati personali]