festa dell’architettura

Al via la prima edizione della Festa dell’Architettura di Roma. L’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, la Casa dell’Architettura e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia presentano Index Urbis, curata dall’architetto Francesco Garofalo, che si svolgerà dal 9 al 12 giugno 2010.

I luoghi della Festa dell’Architettura sono quattro: la Casa dell’Architettura – Acquario Romano, l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo e il MACRO Testaccio.

Oltre cinquanta gli eventi collaterali che coinvolgeranno la città, grazie all’adesione di numerose istituzioni ed associazioni.

La Festa sarà inaugurata dalla lectio magistralis dell’architetto portoghese Alvaro Siza Vieria, Premio Pritzker nel 1992 e medaglia d’oro del RIBA nel 2009.

 

Come ha scritto Kevin Lynch in The Image of The City (1960) nella città “non vi è alcun risultato finale, solo una successione continua di fasi“. Questa caratteristica si attaglia a Roma più che a qualsiasi altro luogo e invita tutti a partecipare attivamente allo sviluppo della città, anche attraverso l’architettura.

La Festa dell’Architettura di Roma ha l’obiettivo di raccogliere le riflessioni sulla città proposte sia da esperti, sia dalla comunità culturale e civile, attraverso il confronto con altre metropoli. La nostra città, infatti, custodisce un patrimonio storico inestimabile di monumenti e spazi urbani, ma è anche un deposito di idee e un laboratorio di nuovi progetti in costante evoluzione. La proposta culturale della Festa è l’osservazione analitica della città di Roma, del suo sviluppo e del suo ruolo futuro nel panorama architettonico internazionale contemporaneo.

“L’architettura è un valore fondamentale nella storia della comunità italiana – afferma Amedeo Schiattarella, Presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia – Organizzare una festa e non un festival significa voler coinvolgere l’intera città in una riflessione collettiva sul presente e sul futuro possibile di Roma. L’Amministrazione Comunale, che condivide questi due assunti, considera la Festa come punto di approfondimento necessario rispetto all’iniziativa Millennium”.

 

Rispetto al Progetto Millennium Roma Capitale 2010-2020 Stati Generali della Città di Roma, la Festa dell’Architettura di Roma approfondisce i grandi temi della trasformazione dal punto di vista architettonico e urbanistico. È l’occasione per una grande rassegna internazionale, che coinvolge anche i protagonisti di grandi eventi di trasformazione come l’Expo di Milano e le prossime Olimpiadi di Londra. Il taglio dell’evento, i suoi contenuti e le partecipazioni costituiscono una grande opportunità per lanciare temi e progetti di sviluppo futuro in vista del 2020, della candidatura olimpica, e non solo.

Numerosi i grandi architetti italiani e stranieri che intervengono su temi specifici che oggi appaiono rilevanti per Roma, i così definiti NODI della città contemporanea, come James Corner – Field OperationsBernard TschumiEduardo Souto De MouraMassimiliano FuksasYvonne Farrell e Shelley McNamara – Grafton ArchitectsAnne Lacaton e Jean-Philippe VassalStefano BoeriRichard Burdett. Incontri di approfondimento anche con protagonisti della creatività, della cultura e della comunicazione, tra gli altri Serge LatoucheWalter SitiEyal Weizmann e Maurizio Ferraris ed una serie di FORUM con amministratori, committenti e progettisti, per confrontarsi con il pubblico sui percorsi da individuare a medio e lungo termine.

Nel programma della Festa dell’Architettura di Roma, tre importanti MOSTRE: il 9 giugno si inaugura alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano “Rome. The Centre(s) Elsewhere” a cura del Berlage Institute, Rotterdam – Capital Cities Research Program. Sono previste comunicazioni di Elia Zenghelis e Alejandro Zaera Polo. Al Macro Testaccio, ci sarà alla Pelanda una installazione interattiva “Atlante Roma / ABC Roma”, e nel padiglione 9A una mostra del fotografo americano Joel Sternfeld sui paesaggi di New York e Roma.

Un fitto programma di appuntamenti, quindi, fatto di incontri, lezioni, mostre, convegni e conferenze, presentazioni di libri, rassegne di video e film, installazioni e anteprime di progetti, che sarà presentato alla stampa venerdì 4 giugno 2010, alle ore 12.00, in Campidoglio.

 

Sito internet ufficiale della Festa dell’Architettura di Roma 
www.indexurbis.it

Il Presidente Amedeo Schiattarella

invita tutti gli iscritti all’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia

 

alla prima edizione della

FESTA DELL’ARCHITETTURA DI ROMA

INDEX URBIS

 

9-12 GIUGNO 2010 (eventi ufficiali)

27 MAGGIO-28 GIUGNO (eventi collaterali)

 

Gli oltre 100 appuntamenti della Festa rappresentano una straordinaria occasione per far crescere una consapevolezza sul ruolo che questa attività umana riveste nella vita individuale e collettiva di una città. Un’occasione, quindi, per tornare a suscitare una domanda sociale di Architettura. A partire dal 9 giugno, alla Casa dell’Architettura, con la lezione inaugurale di Alvaro Siza.

 

Per consultare la programmazione degli eventi è attivo il sito internet ufficiale della manifestazione www.indexurbis.it

 

 

Per informazioni: Casa dell’Architettura

Piazza Manfredo Fanti 47 – 00185 Roma – Tel. 06.97604598

Fax 06.97604561
Email: info@casadellarchitettura.it – web: www.casadellarchitettura.it / www.architettiroma.it

 

La Festa dell’Architettura di Roma è promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, dalla Casa dell’Architettura e dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia

 

studio Valle – 50 anni di architettura

Tommaso Valle illustrerà, con le sue opere più significative, l’evoluzione della propria filosofia architettonica attraverso l’attività professionale e di ricerca rivolte alla potenzialità  espressiva della struttura e alla prevalente adozione del  linguaggio high tech.

L’incontro, promosso dall’ICEF, verrà introdotto dalla Prof. Arch. Maria Morlacchi.

 

28 maggio 2010, ore 20.45

Sala Conferenze ICEF – Viale delle Belle Arti, 8 – 00196 Roma

 

 

PIERO MARIA LUGLI – STORIA ARCHITETTURA E CITTA’

CONVEGNO IN ONORE DI PIERO MARIA LUGLI

STORIA ARCHITETTURA E CITTA’

Tre visioni da ricomporre

 

Università degli Studi di Roma La Sapienza

Facoltà di Architettura Valle Giulia

Roma Aula Magna Facoltà di Architettura Valle Giulia

25 Novembre 2009

[//]

Fino al secondo dopoguerra l’elemento originale della Scuola Romana era Dagli anni Ottanta in Europa viceversa è emerso sempre più prepotentemente, nelle esperienze di progettazione della città, il bisogno di confrontarsi con la storia e con il luogo e di riconnettere la progettazione delle città alla sua forma, in altri termini di riallacciare i fili (che la tradizione della Scuola Romana teneva ben saldi), tra architettura, città e spazio pubblico.

Il ricordo di Piero Lugli, l’ultimo rappresentante della scuola romana, ad un anno dalla sua morte, costituisce un’occasione per riflettere su questi temi che costituiscono nel panorama contemporaneo un nodo centrale nella progettazione della città.

rappresentato dal fatto che città e architettura costituivano gli elementi di una visione unitaria che trovava le sue radici nella storia. Poi questa visione si è persa e questo ha significato la perdita del controllo formale della città e il distacco dalla lezione della storia, vista come un passato scisso dal presente, da salvaguardare e congelare.

 

ore 9,30

Presentazione del PRESIDE LIVIO DE SANTOLI

Introduzione di EMANUELA BELFIORE

Piero Lugli nella cultura italiana

 

PRIMA SESSIONE: PROGETTARE CON LA STORIA 

Presiede EMANUELA BELFIORE

 

Gianfranco Spagnesi: Il pensiero della Scuola romana e il suo ultimo contributo: gli anni Cinquanta e Sessanta

Marcello Fagiolo: “In syderis formam”: le figure segrete di Roma

Spiridione Curuni: Il rapporto della città con la storia: l’immissione dell’antico nella vita della città contemporanea

Manuela Ricci: Il rapporto del territorio con la storia: i centri storici come elementi cardine dell’identità del territorio

SECONDA SESSIONE: LA RISCOPERTA NELLA PROGETTAZIONE DELLA CITTA’ DELLA FORMA URBANA, DEL LUOGO E DELLO SPAZIO PUBBLICO

Presiede GIANFRANCO SPAGNESI

Roberto Cassetti: Città, architettura e spazio urbano:l’idea di città compatta nel nuovo corso dell’urbanistica europea

Emanuela Belfiore: La forma urbana e la bellezza della città

 

PAUSA BUFFET ore 13,30

 

ore 15,00

Presiede LIVIO DE SANTOLI

Corrado Beguinot: La città e l’architettura di fronte alla sfida di una società aperta

Franco Karrer: La nuova forma della città contemporanea e il suo rapporto con il luogo

Elio Piroddi: La progettazione della struttura fisica della città

Giuseppe Las Casas: Le nuove sfide del rapporto tra città e territorio

TERZA SESSIONE: L’ARCHITETTURA COME MATRICE DELLA COMPOSIZIONE URBANA

Presiede MARCELLO FAGIOLO

Franco Purini: L’architettura come matrice di un nuovo ordine urbano

Marco Petreschi: Il luogo e la storia: elementi di permanenza del progetto architettonico

Giuseppe Strappa: Il tessuto urbano come architettura

Benedetto Todaro: Architettura e fenomeno urbano. Campi di esistenza e limiti

Livio De Santoli: La nuova frontiera dell’architettura e della città: la sostenibilità

e l’equilibrio con l’ambiente

 

 

I LABORATORI URBANI DI TRENTO E ROVERETO

i lunedì dell’architettura
lunedì 5 febbraio 1996, ore 20
ACER – Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia
via di Villa Patrizi, 11 – Roma
verrà presentata l’attività della Sezione IN/ARCH Trentino
rilettura del convegno
“UNA POLITICA DELLA FORMA E DEL PENSIERO PER LA CITTA’
tenuto il 7 e I’ 8 dicembre 1995 a Trento in commemorazione del 450° anniversario del Concilio di Trento
verrà proiettata una selezione delle riprese in video degli interventi di Philip Johnson, Peter Elsenman, Leon Krier, James Hillman, Massimo Scolari
I LABORATORI URBANI DI TRENTO E ROVERETO
vi parteciperanno
Renato Rizzi , docente di Teoria e Tecnica della Progettazione Architettonica all’IUAV
Giovanni Leo Salvotti, presidente Giunta Esecutiva dell’IN/ARCH Trentino
L’IN/ARCH propone per l’anno 1996 due viaggi di studio: in maggio a Praga per conoscere le architetture storiche, quelle delle avanguardie degli anni venti e trenta ed i nuovissimi edifici degli architetti contemporanei, tra i quali “Ginger e Fred” di Frank Gehry;
in ottobre a Madrid per visitare i nuovi insediamenti residenziali, le grandi sistemazioni a verde, edifici speciali quali la Stazione di Atocha, la nuova sede del Parlamento, le torri Kea.
L’iscrizione per il viaggio a Praga scade il 31 marzo; gli interessati potranno rivolgersi alla Primula Viaggi tel. 68.30.83.41
E’ indetto il 1° corso di perfezionamento in architettura, direttore Manfredi Nicoletti;
organizzato dal Dipartimento di Architettura e Analisi della Città dell’Università di Roma “La Sapienza’.’, con ENEA e ISES Italia.
Scadenza dell’iscrizione: 31 gennaio 1996
Per informazioni: arch. Cettina Gallo, ENEA, tel. 85282243, 85282795; segreteria ISES Roma tel. 44249241/7

 

invito 5febbraio1996