Lettera aperta sul Ponte Morandi

 

Carissimi Soci, carissimi Amici dell’IN/ARCH,

la tragedia di Genova è l’ennesima dimostrazione della complementarietà fra conservazione e innovazione, della necessità di progettare il presente e il futuro anche ai fini della salvaguardia di quanto il passato ci ha consegnato. 
Di tale tragedia è responsabile in primo luogo l’assenza più che trentennale di un’organica politica della mobilità, mirata a sviluppare incessantemente la rete infrastrutturale del nostro Paese. Una politica capace, fra l’altro, di determinare, oltrechè la tipologia, anche la ragionevole durata delle opere edilizie, al pari di tutti gli altri prodotti d’uso.

Oggi, come Istituto Nazionale di Architettura, abbiamo inviato una lettera aperta al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Presidente della Regione Liguria e al Sindaco di Genova sulla ricostruzione del ponte sul Polcevera, in quanto, nonostante dichiarazioni e appelli alla ricerca di una soluzione più efficiente e culturalmente più appropriata, continua a essere presa in considerazione soltanto l’ipotesi di demolire quanto rimane del viadotto Morandi, e realizzare una struttura completamente nuova al suo posto. Un’ipotesi rivelatasi peraltro problematica fin dalle prime mosse, se è vero com’è vero che il Procuratore Generale di Genova vi ha ravvisato un rischio di compromissione delle prove d’indagine sul crollo; se è vero com’è vero che si è subito scatenata una diatriba su chi debba realizzare l’opera; se è vero com’è vero che si tratta di un’operazione lunga e complessa, che comporta la demolizione di molti altri edifici residenziali e produttivi; se è vero com’è vero che porterebbe alla cancellazione di una testimonianza d’eccellenza della “rivoluzione industriale italiana”.
Vi invitiamo a leggere il testo integrale della lettera che è stato ripreso anche da prestigiosi quotidiani.

LEGGI IL TESTO

 

https://genova.repubblica.it/cronaca/2018/09/03/news/crollo_ponte_istituto_nazionale_di_architettura_a_toninelli_ricostruire_su_quanto_resta-205518433/

 

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2018/09/03/ADJKaXVB-situazione_autostrade_morandi.shtml

 

appello agli amici dell’ IN/ARCH

Caro Amedeo

come sai come IN/ARCH Lazio abbiamo partecipato attivamente a far conoscere il patrimonio culturale delle Mura Aureliane, organizzando le 5 camminate INTORNO ALLE MURA DI ROMA.

L’iniziativa ha avuto successo al punto che il FAI ci hai invitato a partecipare al programma “I luoghi del cuore” , un censimento di luoghi italiani da non dimenticare.

Si tratta di far votare il tratto di mura da Porta Latina a Porta San Paolo.

Un abbraccio Rosario

Qui sotto il linK

 

il vostro voto è importantissimo per sottrarre le mura  all’abbandono e riconnetterle  ai circuiti vitali della città!
votare è semplicissimo e bastano pochi secondi
Grazie !!!

https://www.fondoambiente.it/luoghi/mura-aureliane-tratto-porta-latina-porta-san-paolo?ldc